giovedì 2 maggio 2013

LE FACCIATE PROTO-MARXISTE NELL 'ARCHITETTURA STALINISTA DEL PIANO REGOLATORE DEL PCI NELLA PROVINCIA ITALIANA IN VAL PADANA NEGLI ANNI SESSANTA

L'architettura stalinista nel nord Italia dalla fine degli anni 50 in poi ha sofferto di un vero e proprio scisma al suo interno determinato dalla contrapposizione estetico-politica riguardo alle facciate delle abitazioni popolari tra stalinisti puristi e giudaico-marxisti.
Scisma che ha portato al sequestro dell'architetto Elfio Carogna nel 1962, ed alla sua misteriosa morte per mezzo di una lavatrice.
Il volume ripercorre quegli anni alla luce del piano regolatore manovrato dal PCI e da 2 progetti insabbiati che Tazio Pincherledi ha trovato quasi casualmente in una cantina della bassa Padana.


LE FACCIATE PROTO-MARXISTE NELL 'ARCHITETTURA STALINISTA DEL PIANO REGOLATORE DEL PCI NELLA PROVINCIA ITALIANA IN VAL PADANA NEGLI ANNI SESSANTA
LA QUINTA EDITORE
258 pag. 28.00€